Censimento delle piante di olivo 2020-2021 in Ticino

L’Associazione Amici dell’Olivo ha bisogno di voi! In occasione del ventesimo di fondazione abbiamo deciso di investire le nostre energie nel realizzare questo censimento, perché riteniamo fondamentale far capire ai proprietari di piante, ai tecnici, agli amministratori locali, ai soci AAO ed ai privati cittadini in cosa consista il nostro obiettivo e perché sia così importante preservare e valorizzare la pianta dell’olivo al Sud delle Alpi.
Ogni privato che possiede un olivo nel proprio giardino, chi ha un piccolo oliveto, patriziati, parrocchie e comuni che hanno sul loro suolo degli olivi, aziende che ornano le loro proprietà con degli olivi, sono invitati a partecipare a questa mappatura.

La coltivazione estesa dell’olivo in Ticino, con una produzione di olio ragguardevole sulle rive del Lago di Lugano e Locarno, risale a parecchi secoli fa. Tuttavia i rigidissimi inverni del 1494, del 1600 e del 1709 hanno distrutto quasi interamente gli oliveti ticinesi. Si ricominciò e agli inizi del 1900 c’erano molti olivi nei vigneti, ma sembra che solo a Gandria si producesse ancora olio.

Consapevoli del patrimonio olivicolo ticinese che ci è stato trasmesso, come Associazione Amici dell’Olivo, con oltre 200 soci, interveniamo puntualmente o su richiesta presso gli interessati con consulenze sulla gestione delle piante: piantumazione, concimazione, lotta fitosanitaria, potatura e raccolta di olive, senza dimenticare il prodotto olio.
Lavoriamo in stretta collaborazione con il Servizio fitosanitario cantonale per quanto riguarda la lotta alle varie malattie della pianta, in particolar modo la mosca dell’olivo e cogliamo l’occasione per ringraziare la sig.ra Dr. phil. nat. Cristina Marazzi del suddetto servizio cantonale per il suo sostegno anche per questo censimento.

Vogliamo inoltre capire cosa potrebbe succedere in Ticino se si dovesse propagare un giorno il batterio della Xylella Fastidiosa, che rappresenta un vero e proprio dramma per i proprietari di olivi. Tutti gli agricoltori sarebbero comunque toccati dal problema in quanto colpisce non solo olivi ma anche piante da frutta e piante ornamentali.

Questo inventario avrà la funzione di gestire meglio il patrimonio dell’oro verde in Ticino soprattutto in ambito di lotta fitosanitaria, ma anche in ambito di valorizzazione dei frutti grazie ai due piccoli frantoi attivi in Ticino a Sonvico e a Losone.

Di recente abbiamo allacciato un rapporto di collaborazione con Flos Olei (www.flosolei.com), che si occupa tra l’altro da oltre 10 anni di realizzare una guida annuale in italiano, inglese e cinese intitolata “Flos Olei, guida al mondo dell’extravergine”. La guida contiene una panoramica dei paesi olivicoli di tutto il mondo con una finestra sul Ticino. Riteniamo possa essere un altro modo per far conoscere la nostra regione ai numerosi turisti.

Ci preme anche mettere l’accento sulla questione della privacy. La nostra associazione garantisce la protezione dei dati in suo possesso trattando i dati personali in maniera strettamente confidenziale non divulgandoli a terzi.

Rompiamo gli indugi allora e partecipate al censimento.

Un grande GRAZIE per la vostra partecipazione.