Censimento

Continua il censimento delle piante d’olivo promosso dall’Associazione Amici dell’Olivo.

Maggiori informazioni e modulo di partecipazione alla pagina dedicata al censimento.

Vendita olio d'oliva ticinese

L’associazione anche a seguito dell’iscrizione dell’olio d’oliva ticinese nel Patrimonio Culinario Svizzero riceve numerose richieste per l’acquisto di olio.

L’associazione non vende olio anche perché non è proprietaria di piante di olivo mentre la raccolta collettiva ha altri scopi. L’olio d’oliva ticinese è e rimane un prodotto raro e di nicchia e la produzione è di piccole quantità.

Gli interessati al prodotto ticinese possono trovarlo presso alcuni produttori come Cantina Delea di Losone, Cantina Tamborini di Lamone, Cantine Latini di Tremona, Campaccio Vini e Mieli di Mendrisio, Azienda Agricola Mezzana di Coldrerio e Associazione VIva Gandria di Gandria.

L’Associazione Amici dell’Olivo (AAO), associazione senza scopo di lucro e di pubblica utilità, si è costituita nell’aprile 2001 con la duplice finalità di reintrodurre l’olivo nella zona prealpina dei laghi nella Svizzera del sud, nella quale esisteva anticamente e dove le condizioni climatiche ne permettono la sopravvivenza, come pure di promuovere la conoscenza della pianta e dei suoi prodotti.

L’AAO si propone anche di diffondere la conoscenza della pianta dell’olivo attraverso corsi di formazione mirati, rivolti non solo a giardinieri, viticoltori e operatori dell’agricoltura, ma a tutti coloro che sono interessati e amanti dell’oro verde.

Patrimonio culinario svizzero

L’olio d’oliva ticinese, che dall’inizio di ottobre 2021 è stato inserito nel Patrimonio culinario svizzero, va ad arricchire un tesoro di prodotti tradizionali e innovativi di grande pregio. Scoprite la storia, il metodo di produzione e altri aspetti di questo prodotto di nicchia ticinese.

Comunicato stampa del 11.10.2021 DE FR

Newsletter

null